Blueborne, il virus che agisce grazie al Bluetooth

Brutte notizie per chi utilizza dispositivi smart: Blueborne sfrutta le vulnerabilità del bluetooth per rubare i dati degli utenti

Tutti i dispositivi oggi sono collegati tra loro tramite una connessione wireless; un malware davvero pericoloso mette a rischio la privacy degli utenti: si tratta di di Blueborne, che sfrutta il bluetooth per entrare in funzione.

Armis, specializzata nella sicurezza dell’ Internet of things, ha messo in guardia da questa reale minaccia che sfrutta le vulnerabilità del bluetooth; il virus permette agli hacker di entrare nel dispositivo senza avvalersi una connessione o di server remoti.

Blueborne, proprio come un comune raffreddore, si diffonde da dispositivo a dispositivo se ci si collega ad uno infetto.

Nessun dispositivo “smart” può davvero ritenersi fuori pericolo e i danni potrebbero essere davvero importanti con ben cinque miliardi di utenti a rischio.

Le conseguenze variano in base alla tipologia di dispositivo, ma blueborne colpisce soprattutto la privacy, i dati sensibili e le password dei siti internet a cui si è registrati.

Contro questo virus si sono subito attivate le grandi aziende: Google ha rilasciato un aggiornamento proprio pochi giorni fa e Microsoft se ne è occupato prima di tutti.
Apple invece comunica che i suoi dispositivi sarebbero immuni da tale minaccia a patto che il sistema operativo installato sia recente.

Ancora una volta quindi si consiglia di aggiornare il proprio sistema operativo per usufruire di nuove funzioni e contrastare Blueborne.
Nel caso non fosse possibile per ragioni di età avanzata del dispositivo si raccomanda vivamente di attivare il Bluetooth solamente in caso di necessità.

Fonte: www.news.fidelityhouse.eu

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>