Gdpr: come le industrie contrastano Wannacry e gli altri attacchi informatici

La sicurezza informatica è sempre più a rischio per le industrie, ma con i nuovi regolamenti Gdpr qualcosa potrebbe cambiare.

I criminali informatici hanno sempre nuove idee per attaccare i sistemi aziendali, ma i nuovi regolamenti imposti dal General data protection regulation (Gdpr) potrebbero mettere finalmente la Cybersicurezza al primo posto.

Sono anni che le industrie cercano di fronteggiare gli Hacker senza riuscire a risolvere alcun problema; tutti sanno l’esistenza di attacchi informatici di questo tipo, ma quasi nessuno se li aspetta.
Duncan Brown (European Security practis di IDC) sottolinea che uno dei motivi per cui Wannacry è stato così devastante è proprio l’effetto sorpresa che ha colto tutte le vittime cogliendone impreparate.

Secondo Eduard Meelhuysen (Vice presidente di Bitglass) aggiornare la tecnologia non è abbastanza; per affrontare gli attacchi è necessario educare le presone; viceversa secondo Jason Steer solution architect a Menlo Securi il primo passo per fronteggiare gli attacchi è migliorare le strutture del web.

Secondo Carl Gottlieb, Consulting Director di Cognition Secure è l’industria della security a non dare i giusti strumenti per difendersi dagli attacchi dato che quando vengono create non si può sapere subito come reagiscono al mondo reale.

Un altro importante problema da risolvere, sostiene Laurance Dine, Managing Principal per l’Investigative Response Team di Verizon, è poter ripristinare i dati una volta persi a causa di un attacco.
La soluzione potrebbe essere effettuare quasi quotidianamente un backup in modo da non avere la necessità di accontentare le richieste degli hacker per riavere i dati.

Per contrastare gli hacker è in arrivo un nuovo regolamento del Gdpr che si concentrerà sulla privacy e la protezione dei dati; se un’azienda verrà colpita da un attacco senza aver rispettato il regolamento potrebbe essere multata.

Fonte: www.corrierecomunicazioni.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>