L’attacco hacker colpisce anche la Maschio Gaspardo

L’attacco hacker di cui abbiamo parlato nei giorni scorsi ha colpito anche due aziende italiane nel padovano bloccando le attività della Maschio Gaspardo e il magazzino di Tnt.

Come avvenuto per le altre realtà colpite martedì pomeriggio i computer delle due aziende si sono bloccati all’improvviso rendendo inaccessibili i programmi e i dati, unico modo per sbloccarli il pagamento del famoso “riscatto” di 300 dollari in bitcoin.

Nell’azienda Maschio Gaspardo la produzione è stata bloccata da martedì per scongiurare la perdita dei dati sensibili e questo ha provocato la cassa integrazione ordinaria per 250 addetti dello stabilimento di Campodarsego, altri 150 a Cadoneghe e 250 a Morsano al Tagliamento (Pordenone).

Le linee produttive dovrebbero tornare attive solo nella giornata di lunedì.

Coinvolta anche la TNT dove i dirigenti dell’azienda prevedono forti ritardi nella consegna delle merci: la sede in via Inghilterra è ferma da martedì pomeriggio e i 200 dipendenti sono restati inattivi.

Fonte: www.mattinopadova.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>